Maratea (MT)

Porto turistico

26 maggio 2018

13 QUINTALI DI RIFIUTI RECUPERATI

L’area interessata dall’iniziativa è quella del porto turistico di Maratea, in prossimità del pontile per l’attracco dei pescherecci.

Le immersioni hanno coperto una zona di 100 mt circa con una profondità minima di 8 mt e massima di 20 mt, dove sono stati recuperati moltissimi rifiuti abbandonati: oltre a rifiuti in plastica (flaconi, bottiglie, cassette, ecc,) diversi materiali (reti, utensili da pesca, funi e fascette), moltissimi cavi in acciaio e catene, ma anche rifiuti di notevole perso e dimensioni: 22 pneumatici e una insegna pubblicitaria di un distributore carburanti in metallo alta circa 4 metri.

Il porticciolo turistico di Maratea è luogo significativo e che necessita di azioni di cura e tutela. I volontari del locale circolo di Legambiente, in collaborazione con le associazioni dei pescatori e dei sub del territorio, si sono già impegnati in attività volte alla pulizia dei fondali che hanno deciso di rivolgere a questo importante sito.